• L’app che uso più spesso come metronomo? Sicuramente Pro Metronome, è veramente versatile e ci permette di studiare al meglio, di creare e salvare metronomi preimpostati, ecc. Tutto questo a soli 5€

    Il fatto che un’ applicazione per cellulare abbia un costo è sempre visto come qualcosa di negativo ma a pensarci bene, se ci compriamo un qualsiasi metronomo fisico, digitale o analogico che sia, spendiamo sicuramente di più di questa cifra, senza magarti avere tutte le possibilità e la versatilità che Pro Metronome offre.

    Andiamo ora a scoprire più nel dettaglio tutto quello che possiamo fare grazie a questa App.

    Aprendola possiamo notare subito la ghiera che ci permette di modificare la velocità del nostro metronomo tra 10 e 500 bpm. In aggiunta a ciò abbiamo 4 pulsanti ai lati.

    In basso a destra abbiamo il “tap tempo”, molto comodo per impostare il bpm in base alla velocità con cui schiacciamo il tasto “TAP”.

    Sempre nella parte destra della schermata ma più in alto, abbiamo la possibilià di aprire una tendina dove possiamo salvarci metronomi preimpostati e crearci una vera e propria liberia di metronomi che può esserci utile in contesti live o durante lo studio.

    Schiacciando invece sul pulsante in basso a sinistra apriamo un altro menu dove possiamo cambiare, oltre al numeratore e il denominatore della nostra battuta di metronomo, anche la quantizzazione. Possiamo farlo suonare con qualsiasi tipo di cellula ritmica, dagli ottavi, ai sedicesimi, alle terzine. Inoltre, cliccando sulla sezione “Polyrhythm” accediamo appunto alla sezione dei poliritmi dove possiamo fare suonare insieme qualsiasi tipo di quantizzazione esistente.

    L’ultimo tasto è invece quello che riguarda i “Settings”. Grazie ad esso accediamo a molteplici impostazioni e funzioni aggiuntive del metronomo. Possiamo cambiare il suono del nostro click, aggiungere la vibrazione o il flash, attivare il “Rhythm Trainer” (per lo studio del tempo, con battute di metronomo e battute mute) o il “Bar Counter”.

    Ultimo, non sicuramente per importanza, è uno degli strumenti che più mi aiuta per studiare e per migliorarmi, il “Practice Mode”. Grazie a questa modalità che troviamo cliccando sull’icona a forma di orologio (posizionata sotto la ghiera per cambiare velocità), possiamo decidere di fare aumentare o diminuire di velocità il nostro metronomo autonomamente. Questa è una grande possibilià per studiare qualsiasi groove o fill da molto lento a veloce senza doversi preoccupare di aumentare di bpm il metronomo ogni volta. Basta decidere la velocità di inizio, quella di fine, e impostare ogni quanto tempo (o quante battute) il metronomo deve incrementare di bpm.

    0