• Nel pacchettone di oggi son nascoste ben due chitarre di Handyman che guardano agli anni 50, come ogni stratoforme che si rispetti, ma hanno soluzioni differenti pur condividendo la cosa più importante: un gran suono.

    La prima è di un bellissimo sea foam green, mentre l’altra ruba il sunburst utilizzato alla fine degli anni 50 da Gibson sulle sue Les Paul Jr, per creare uno strumento unico, anche per alcune peculiarità costruttive che vi spiego con calma.
    Partiamo dalla verdona.

    Esteticamente mi piace moltissimo, il Sea Foam Green è uno dei miei colori preferiti e profuma di anni 50 quanto le Cadillac e i capelli con la brillantina.

    Corpo in alder stagionato 30 anni, manico in acero con radius 7.25 e tasti di grandi dimensioni: massima comodità nonostante la raggiatura del manico vintage.

    I pickup sono Dreamsong Pickups, nella fattispecie i Classic Blues. Fatti a mano, in Italia, gran suono, bene così.

    Per il resto quella che ci troviamo in mano è una strato “come dovrebbero suonare tutte”, il manico è comodissimo, il peso limitato la rende molto comoda e la verniciatura è fatta a regola d’arte.

    Passiamo ora alla sunburst che, come dicevo, presenta notevoli differenze: il manico ha radius 9.5” che la rende un po’ più moderna, i tasti sono giganti, nuovamente jumbo, ma il profilo è veramente importanto, regalando nuovamente un gusto più vintage.

    La verniciatura è STUPENDA e l’invecchiamento le dona un fascino incredibile.
    I pick up sono sempre Dreamsong Pickups, ma questa volta stiamo parlando dei Blues Special, un po’ più spinti dei cugini Classic Blues, permettono escursioni in territorio rock senza alcun problema.
    Nota di merito per il legno del manico: acero fiammatissimo, bellissimo da vedere. La verniciatura leggera permette di non “incastrarsi” con la mano appena si suda un po’, utile nelle calde serate estive.

    Il suono di entrambe è pieno e definito, quello che ci si aspetta da una chitarra di questo tipo, ma vi rimando al video per ascoltarle al meglio e, se riuscite, fate un giro al laboratorio di Amedeo per provarle in prima persona!

     

     

     

    5+