• Abbiamo una batteria a cinque pezzi (rullante, cassa, 2 tom e timpano), come la possiamo montare? Oggi vediamo 5 modi diversi.

    Il primo modo è quello normalissimo, con il primo tom sopra il rullante e con tom due e timpano sulla sinistra, nulla di strano. Questo è il metodo maggiormente utilizzato, è molto comodo. Unico consiglio quello di spostare un pochettino il secondo tom verso di noi in modo rendere le rullate (soprattutto quelle veloci) molto più semplici da suonare.

    Nel secondo modo invertiamo i due tom in modo da avere la batteria disposta in questo modo: rullante, tom 2, tom 1 e timpano.

    Cosa cambia? Per quanto riguarda il groove assolutamente nulla ma nei fills possiamo avere sonorità completamente diverse. Lo consiglio soprattutto a chi solitamente usa la batteria con tre pezzi (quattro se includiamo la cassa), Può suonarla perfettamente nello stesso modo ma con un “giocattolino” in più, il tom da 10”, da usare normale o molto tirato tipo timbales.

    Se però non ci piace tenere il tom in quel modo possiamo sempre pensare di spostarlo dopo il timpano, come fa Jojo Mayer. In questo caso la batteria sarà la solita, possiamo spostarci il ride comodamente più vicino e il tom da 10” non ci da noia. Possiamo utilizzarlo come secondo timpano, creando melodie piuttosto strane ma curiose, o per dare qualche “colore” in più ad un fill.

    Quarto modo, rimettiamo al suo posto il primo tom e smontiamo il secondo, che andremo a posizionare alla sinistra del charleston, facendolo diventare così un secondo timpano.

    Questo metodo, usato molto da Dave Weckl può essere utile per due motivi. Per prima cosa possiamo andare a suonare delle ghost sul timpano per rendere i groove un po’ diversi e più “divertenti”. Per seconda cosa andiamo ad eliminare il problema di lontananza del secondo timpano, che spesso viene utilizzato poco proprio per questo motivo.

    Quinto ed ultimo modo (che nel video stavo per dimanticare :D).

    Rimontiamo la batteria circa come all’inizio, ma i tom questa volta sono equidistanti dal rullante. Molti batteristi utilizzano questo metodo che però ha molti pro e contro.

    Tra i pro sicuramente il fatto di poter avere i tamburi e il ride comodi e pronti per essere suonati. Tra i contro, però, il fatto di avere tutti gli altri piatti (charleston e crash) molto lontani. Chi usa il doppio pedale probabilmente sarà già abituato ad avere l’hi hat molto a sinistra, ma per tutti gli altri può essere una vera seccatura.

    1+