• Salve a tutti!

    Oggi vi propongo lo studio di uno dei brani più divertenti che ultimamente mi sia capitato di studiare!

    Parliamo di un pezzo dove il basso fa da padrone… ma anche la chitarra non scherza, questo è Dean Town dei fantastici Vulfpeck.

     

    Link Video YouTube – www.youtube.com/watch?v=HiTxFs7dL9M

    Link Spartito/Tabs – www.dropbox.com/s/krht1br971ivgf4/Vulfpeck%20-%20Dean%20Town%20%28main%20riff%29.pdf?dl=0

     

    Analizzando il brano, ci troviamo in tonalità di F# minore e gli accordi che girano (semplificandoli) sono:

    F#m7  –  C#m7  –  E7  –  B7

    La cosa su cui però vorrei soffermarmi non è tanto il fraseggio o le possibilità improvvisative, anche perché il brano non è adatto per questo, ma ben altro…

    I punti su cui possiamo lavorare effettivamente sono:

    • Il Timing – Essenziale per rimanere al passo con la linea del basso. Sicuramente, una bella prova per tecnica e coordinazione. Consiglio di sfruttare bene la plettrata alternata e fare attenzione alle varie partenze e combinazioni.
    • Groove e Ghost note – Attenzione a dare il giusto appoggio su ogni passaggio e accento per arrivare a quel tocco in più su tutta l’esecuzione. Essenziali anche le ghost (qualcuna l’ho inserita negli spartiti) che arricchiscono ancora di più il groove.
    • Suono – Per avvicinarmi il più possibile al sound di Cory Wong, ho ricavato il pulito, giocando con il potenziometro, da una base leggermente distorta. La seconda posizione (verso l’alto) della strato la trovo molto adatta. Giocare con la propria strumentazione, per avvicinarsi ad un suono ideale, è sempre un ottimo modo per confrontarsi con i generi e artisti di riferimento che abbiamo.

    Insomma, tanti spunti su cui esercitarsi e, in più, trovo sia un pezzo stra divertente da suonare.

    Scrivetemi qua sotto nei commenti nel caso abbiate domande o curiosità in merito.

    Spero che il video e l’articolo vi siano piaciuti!

     

    Un saluto e buona musica,

    Luca A.

    0