• Il suono del rullante non sempre ci soddisfa al cento per cento! Troppe armoniche, troppo squillante, ecc.

    Oggi lo “ripelliamo” e vi do alcuni consigli per farlo al meglio!

    La prima cosa è ovviamente quella di togliere tutte e due le pelli e la cordiera. Non vi preoccupate di svitare le viti a croce, saranno pelli da buttare, quindi toglietele e basta, senza preoccuparvi troppo di rovinarle.

    Successivamente, dopo aver dato una pulita all’interno del fusto del rullante, andiamo a posizionare la pelle risonante. Per tirarla nel modo giusto e per avere una tensione uniforme cominciamo ruotando le viti con le mani, ricordatevi in questo caso di tirare “a croce”, quindi avvitando sempre le due viti opposte (meglio se riuscite a farlo contemporaneamente).

    Dopo averele tirate con le dita prendiamo una chiavetta e tendiamo sempre a croce, dando lo stesso numero di giri di chiavetta per ogni tirante.

    Questo procedimento lo ripetiamo tante volte finche la tensione della pelle non ci convince al 100 % (non bisogna sempre dare un giro completo di chiavetta alla volta, man mano che andiamo avanti daremo anche mezzo giro, o un quarto di giro alla volta).

    Ora tocca alla pelle battente, la modalità di tensione è la stessa di quella risonante, però attenzione, un piccolo consiglio! Prima di posizionare qualsiasi pelle, è bene togliere la colla in eccesso rimasta tra la pelle e il cerchio metallico. Per fare questo ci sono due modi, il primo è quello di tirare la pelle tantissimo (sempre con il metodo di prima) e lasciarla così tanto tirata per almeno una notte per poi accordarla nella maniera corretta il giorno seguente. Il secondo metodo, invece, è principalmente per chi non ha molto tempo. Il tutto consiste nel girare al contrario la pelle e premerla (non troppo energicamente) per tutta la sua circonferenza.

    Dopo aver montato la pelle battente passiamo alla cordiera. Il metodo è molto semplice, dopo aver mollato il tendicordiera andiamo a posizionarla nel centro del rullante, appoggiata alla pelle risonante, e avvitiamo le viti in modo che non possa muoversi.

    Infine giriamo il rullante e pian pianino ruotiamo la ghiera e suoniamo il rullante. Quando la proporzione tra rullante e cordiera è di non sto gradimento, allora abbiamo raggiunto il suono di rullante che vogliamo.

    Ricordatevi che, se l’intonazione della pelle non ci piace, possiamo ancora modificarla con allo stesso metodo di tensione utilizzato prima.

    0