• Il metronomo è il peggior nemico dei batteristi? Vero?

    Secondo me no, anzi, può renderci la vita più semplice quando suoniamo.

    Per “farcelo amico” oggi vi lascio due esercizi semplici ma molto efficaci per aiutarci a migliorare sul “click”!

    Gli esercizi da fare non sono muscolari e quindi di tecnica, ma sono esercizi mentali in cui andiamo a esercitare la nostra mente per sentire il tempo in un modo diverso.

    Il primo è un esercizio preliminare che ci serve per prendere confidenza con il battere e il levare del metronomo. Andiamo quindi a suonare prima insieme al click (suonando insieme al metronomo), e poi il levare:

    Successivamente andiamo a lavorare con gli ottavi e i sedicesimi. Il metronomo rimane sempre in quarti.

    Per prima cosa prendiamo confidenza con le due suddivisioni:

    Poi suoniamo accentati il secondo e il quarto sedicesimo di ogni cellula ritmica (primo e terzo sedicesimo le suoniamo come ghost):

    Infine eliminiamo le ghost e suoniamo l’esercizio nella maniera corretta, andando a suonare prima gli ottavi normali e poi il loro levare:

    In ogni esercizio è importante partire a velocità molto basse per poi aumentare in modo graduale, con 3 diteggiature diverse: tutto di destra, tutto di sinistra, e con destra e sinistra alternati.

    Gli esercizi sono scritti su due battute (una per ogni suddivisione), suona ogni esercizio anche con quattro e otto battute (quindi rispettivamente con due e quattro battute per ogni suddivisione)

    Infine suonali senza tenerti i quarti con la gamba (consiglio di Steve Smith), questo ti aiuta a concentrarti maggiormente sul tempo

    Scarica il PDF gratuito cliccando qui

    0