• Vi ho già parlato della B&G Little Sister Crossroads in un precedente articolo, ma aveva i P90 ed era di un bel tobacco sunburst.

    Questa volta  i pickup si trasformano in humbucker e le tinte si fanno scure: Midnight Ocean è il nome scelto per quello che di fatto è un nero profondissimo.

    La chitarra ha caratteristiche analoghe alla sorella con i P90: corpo e manico in mogano, tastiera in Ovangkol, capotasto in TUSQ e attacco del manico al 14° tasto che comunque non pregiudica eccessivamente l’accesso ai tasti più alti. Il corpo ha il blocco centrale in mogano che evita problemi di feedback, per cui nessun problema se si usa la distorsione.

    I pickup, come detto, questa volta sono humbucker, sempre costruiti in cina su specifiche B&G e devo dire che sono bellissimi: morbidi, regalano bassi profondi e alti scintillanti, sempre presenti, senza però rendere mai fine un suono che può muoversi con agilità dal jazz all’ hardrock.

    Proprio sulle distorsioni più spinte è dove la chitarra mi ha maggiormente sorpreso: attacco preciso, sustain incredibile e a suo agio anche sui palm mute più cattivi, senza mai entrare in territorio metal, questo va detto, ma sarebbe strano il contrario per una semiacustica.

     

     

     

     

     

    Devo dire che la ditta israeliana fa dei bellissimi lavori: sia questa che la versione con P90 sono chitarre straordinarie che fanno capire a tutti che anche in Cina si può produrre mantenendo standard di qualità molto elevati se alla base c’è un progetto ben confezionato che viene seguito anche grazie alla formazione di personale altamente qualificato.

    B&G è distribuita in Italia da A Matter of Tone, CLICCATE QUI per l’elenco dei negozi in cui potete provarle.

    Per info scrivete ad info@amatteroftone.com.

    2+