• Produzione cinese, ma qualità al top: un mix inaspettato e vincente che fà della Little Sister di casa B&G una chitarra che rompe il mercato e si impone come un’ opzione validissima per chi sta cercando una semiacustica.

    L’ azienda:

    B&G ha sede in Israele, dove produce le Private Build che è la punta di diamante dell’ offerta di questa piccola azienda che, in appena 3 anni, è riuscita ad imporsi sul mercato mondiale.
    Il team è composto da appena 12 persone che hanno permesso la costruzione di oltre 800 strumenti in 36 mesi: tutti custom, con finiture pazzesche e legni super selezionati.

    Visto il successo B&G si è mossa per trovare una via utile alla commercializzazione dei suoi strumenti su larga scala: la maniera più ovvia è la produzione in Cina; la scelta è caduta su un laboratorio di piccole dimensioni che, a fronte di una produzione che può regalare un ridotto numero di esemplari, permette di mantenere una qualità altissima e un sound all’ altezza dei più blasonati marchi americani.

    Veniamo dunque alla piccola Little Sister.

    Finiture e costruzione:

    quando mi è arrivata non ero sicuro fosse la versione cinese. Potrei chiudere qui questo paragrafo, ma vi dico che il top è molto ben figurato, i pickup sono di produzione cinese, ma realizzati su misura per questa chitarra e in generale la chitarra sta bene addosso, non tradendo in alcun modo la sua origine asiatica.

    Il suono:

    la mia Little Sister è la versione con P90, ma è disponibile anche con gli humbucker.

    Se dovessi definirla con un aggettivo soltanto sceglierei “vellutata”: è sempre molto morbida ed elegante, si trova a suo agio sui suoni puliti e, in particolare, sui crunch dove dà il meglio di sé sfoderando una dinamica straordinaria.

    Conclusioni:

    Una delle più belle semiacustiche che mi sia capitato di provare, la cassa così bassa la rende comodissima, ma basta un tocco sul potenziometro del tono per ingrossare il suono e andare in territorio jazz.

    Se state cercando una chitarra di questo tipo regalatele una possibilità perché potrà darvi grandi soddisfazioni.

    La potete ascoltare anche in questo video, mentre QUI trovate una lezione sullo stile di Gary Moore.

    2+

    4 Commenti

    1. Bella davvero, esteticamente una Les Paul Sunburst semi-acustica, ma preferisco i suoni dell’altra B&G… sembra più rock.
      Sul sito dice che le opzioni, per la produzione “economica” sono due, ma il colore mi sembra diverso… comunque costa troppo per le mie tasche.

      1+