• Il metal è un genere complesso dal punto di vista tecnico e in un articolo non posso spiegarvi come diventare bravissimi a suonarlo, ma posso darvi 5 consigli per avvicinarvi a quelle sonorità.

    1. Stoppa le corde: se stai suonando metal con ogni probabilità avrai spinto il gain al massimo (ma di questo parliamo al punto 2) e ogni minimo movimento delle corde si tradurrà in un leggero rumore di fondo. Per ridurre o risolvere il problema ti consiglio di stoppare completamente la porzione di corde che dal capotasto va verso le chiavette. Nel video mi son sentito un po’ McGyver ed ho utilizzato del nastro isolante, ma potete usare anche degli elastici per capelli oppure il Fretwarps
    2. Gain ed EQ: ti sconsiglio di usare tantissimo gain perchè renderà meno intelligibili le note e gli accordi, mentre per quanto riguarda l’ equalizzazione il tipico errore è quello di eliminare i medi che però sono “la ciccia” nel suono della chitarra, toglierli non ti permetterà di uscire dal mix e ti farà pensare di dover alzare il volume per sentirti, mentre in realtà basterà un ritocco all’ eq per tornare a farti sentire.
    3. Chitarra e pickup: nel video ho utilizzato una LTD 401 con pickup EMG attivi, secondo me è perfetta per il metal perchè i magneti che monta sono assolutamente silenziosi e con un’uscita molto corposa, oltre a rimanere molto definiti anche con accordature ribassate.
    4. Il Palm Mute: è molto importante capire in che punto farlo. Non spostatevi troppo verso il ponte, pena un suono con una coda troppo lunga, nè troppo verso la direzione del pickup al ponte, pena un suono secco e “senza nota”. Vi rimando al video per capire il punto corretto, per scritto è un casino spiegarlo! 😀
    5. Il plettro: è importante che abbia una punta pronunciata e sia rigido, di modo da non flettere eccessivamente quando impatta contro le corde più basse. In questo caso ho utilizzato un plettro in agata per tirare fuori tutto l’ attacco possibile. Per info clicca qui 🙂
    1+